“I Dissidenti” di Sara Zelda Mazzini – Recensione




Sinossi:

In un presente parallelo il mondo che conosciamo è agitato da una guerra tanto invisibile quanto spietata. Madena, detta Mad, è una giovane donna che vive sospesa tra la ricerca di risposte a continue e pressanti domande e i bisogni di una famiglia ingombrante, composta dalla madre, la zia e il fratellino di sei anni. È un’era di anticonformismo a tutti i costi, in cui il nemico da combattere si identifica inevitabilmente con una comunità di individui ordinari che vive secondo valori tradizionali come il lavoro manuale, e rifiutando la celebrità. La ricerca di Mad la condurrà tra le rovine di un vecchio manicomio, da cui i Dissidenti si oppongono allo spirito del tempo con le loro stesse vite. Ma il destino ha già installato in questo luogo anche un oscuro personaggio, e l’inevitabile approfondirsi del rapporto con Mad farà emergere incubi ancestrali dal fondo della loro coscienza, portando alla luce un antico mistero.

Recensione:

La lettura di questo è iniziata  assolutamente per caso, non sapevo nulla dell’autrice, né tantomeno dell’opera. Così, da profana, ho deciso di avventurarmi fra le pagine e, vincendo qualche ritrosia iniziale, devo dire che romanzo e autrice hanno avuto la meglio. Coinvolgente, onirico, spietato, reale: sono solo pochi fra gli aggettivi che possiamo associare al romanzo e mi inchino alla vena creativa e allo stile di Sara Zelda Mazzini. Ma andiamo con ordine.

I dissidenti”: ci si aspetterebbe di trovare la descrizione di quanti si oppongono a un pensiero comune o a uno stile di vita consuetudinario. E in effetti è così, ma stavolta i dissidenti sono reazionari, sono quelle persone che, contro la massa  assuefatta e alienata, intrisa di tecnologia e di modernità, ha scelto di isolarsi, di vivere altrove e con modalità e stile altri : “Il Ventesimo secolo ha preteso di racchiudere tutte le battaglie dentro un’unica guerra e le ha dato, a seconda del contesto, dei nomi diversi. La logica è sempre la stessa: estirpare l’individualità dalle persone per confonderle in una massa. Le masse sono alienanti per chi vi vive all’interno e pericolose per chi invece resta fuori, in quanto annientano ogni forma di pensiero originale e hanno la furia cieca di un bulldozer.”. 

La protagonista è  Madena, giovane donna di trent’anni, che intraprende un viaggio spirituale alla ricerca dell’ “io”, di un’identità nascosta  di un’anima inquieta e tormentata.

Mad  si ritroverà tra Roma, Firenze e Milano,  in un viaggio fisico e  spirituale che la porterà  fino a Volterra,  nella comunità  appunto de “I Dissidenti”, fondata da Syd Duncan, ex stella del rock americano.
I Dissidenti sono gli esponenti di una particolarissima comunità autogestitache vive tra i luoghi a noi conosciuti ma in un tempo imprecisato. Hanno scelto di contravvenire ai dettami imposti da una società fondata sull’anticonformismo e pertanto di tornare ad una vita semplice, caratterizzata dai valori tradizionali e dal lavoro manuale.

Questa comunità ha sede negli edifici che un tempo ospitavano il manicomio San Girolamo di Volterra e non è un caso, a mio parere, perchè il  filo sottile  che lega pazzia e ragione è il denominatore comune dei tanti personaggi che si alternano sul palcoscenico della vita ( e del romanzo ! ) .

Un  romanzo molto particolare, una storia intensa, un tempo ciclico quasi che rappresenta il cerchio della vita. Aggiungi una scrittura fitta, complessa e affascinante,  personaggi che ti sfiorano l’anima e il gioco è fatto: un ottimo romanzo di genere fantasy.

Da leggere, consigliato anche e soprattutto  a chi ha qualche remora nei confronti del genere ( potreste ricredervi!).
Chiunque sia disposto a “scavare nelle proprie peggiori emozioni” riuscirà trarne la propria personale interpretazione e, perchè no, morale.

Aglaia

Potete trovare il libro qui:

Le fiamme di Pompei è disponibile per recensioni, anteprime, estratti, interviste e blog tour.




Voto: VotazioneVotazioneVotazioneVotazioneVotazione Recensione di: Mirtilla Malcontenta
Scheda libro

Titolo: I Dissidenti
Autore: Sara Zelda Mazzini
Data pubblicazione*: 11/11/2014
Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform self-pub
Lingua: Italiano
Genere: Narrativa
ISBN: B019CTWJHG
Autore recensione: Mirtilla Malcontenta
Valutazione recensione: 5
*Se giorno e mese risultano 01/01 la data esatta può essere non pervenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *