Radiant Blog Tour – Seconda tappa: Conosciamo Seth




Radiant Blog Tour – Seconda tappa: Conosciamo Seth

Benvenuti alla seconda tappa del Blog Tour di Radiant, il manga francese che sta conquistando l’intera Europa e non solo….

Se avete perso la prima tappa, potete trovarla qui: EverpopBlog

Per iniziare, ecco i dettagli del manga:

Seth è il protagonista di questo nuovo attesissimo manga, entrato in contatto con i Nemesis – mostri infettivi caduti dal cielo – è sopravvissuto al contagio ed ora è in grado di sfruttare il dono della magia per combatterli.
Questo dono sarà un mix di gioia e dolore per il protagonista.
La sua voglia di affermarsi lo porta spesso a compiere azioni avventate, dimenticando quanto la sua guida gli ripete sempre ovvero di aspettare che sia lei a decidere quando può scendere in campo.

Ma Seth è troppo preso dalla sua personale caccia ai Nemesis per stare ad ascoltarla e, dimenticando in fretta le raccomandazioni, si butta in avventure assurde e spesso disastrose.

Senza cadere nello spoiler, posso dirvi che ci saranno occasioni in cui non potrete trattenere le risate una volta capito quello che sta combinando. Il protagonista però, non è solo un ragazzino avventato. La magia in lui è forte e deve solo comprendere come gestirla. Essere un apprendista mago è difficile, sopratutto quando al tuo fianco hai una maga cacciatrice indipendente con poca pazienza e un pessimo carattere.


Quando Seth prende più consapevolezza delle proprie potenzialità decide di andare personalmente a caccia dei Nemesis proprio nella loro tana, il Radiant. Grazie a questo viaggio scopriamo molto su di lui.

Il protagonista non è solo un energico ragazzino con le corna (eh si, ha due corna in testa che lo rendono simpatico e particolare), ma anche un potenziale uomo in grado di sacrificarsi pur di riuscire a eliminare i mostri che minacciano i villaggi.

Chi mi ricorda Seth?

Quando ho iniziato a leggere il manga e ho conosciuto Seth nella mia mente sono subito comparsi Natsu di Fairy Tail – forte ma impulsivo , poi di seguito Ban di SDS – irriverente e sprezzante delle regole; infine Rufy di One Piece – ingenuo e impavido.

Come Natsu in Fairy Tail, iniziamo a conoscere il lato impulsivo e ironico del protagonista per poi scoprire quello emotivo e riflessivo. Ritrovo molto di Ban e Rufy ogni volta che Seth non rispetta le regole imposte dalla sua guida, perchè sicuro di poter fare meglio da solo e privo di impedimenti, dando spesso troppa fiducia alle sue capacità ancora acerbe. Tutte queste particolari caratteristiche sono fuse in un unico e comunque originale personaggio che mantiene una sua ben definita personalità e un carattere particolare che lo rendono unico e piacevole.
L’autore è molto bravo secondo me a portare il protagonista sempre su piani diversi senza confondere il lettore. Riusciamo a comprenderlo, a ridere delle assurde cose che combina, e anche a empatizzare con lui.

Raccomando la lettura agli amanti di Fairy Tail e Seven Deadly Sins (che personalmente adoro!), ma più in generale a tutti gli amanti della magia.

Grazie a MangaSenpai per averci dato la possibilità di partecipare a questo Blog Tour.

Non perdete tutte le altre tappe. Di seguito le date:

 

Mirtilla Malcontenta

Le fiamme di Pompei

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *