“Diario di un cinico gatto” di Daniele Palmieri – Recensione

Trama:

La vita vista e narrata con gli occhi e la voce di un gatto; tra una scorribanda e l’altra e il racconto di un passato travagliato, nulla sfugge alla sua prosa graffiante, che mette a nudo il dominio silenzioso e incontrastato che i gatti hanno sempre avuto sul mondo.

Recensione:

In un noioso pomeriggio, girando in internet con un gatto rosso steso sulla tastiera e uno nero sulle gambe (ignorando il caldo di giugno), mi sono messa a cercare i libri più interessanti con protagonisti gli animali.

Girovagando in cerca di informazioni mi sono imbattuta in un cinico gatto.

Non avevo ancora sentito parlare di lui e tutto mi faceva supporre che fosse stato il mio gatto Diesel (pantera nera e sempre sospettosa) a dirottare la ricerca e farmelo trovare.
Fatto sta che leggendo l’estratto mi sono ritrovata a pensare “ma questo diario l’ha scritto il mio gatto!”
E’ così che è iniziata la mia avventura con il libro di Daniele Palmieri “Diario di un cinico gatto”.

In questo libro il protagonista è Gatto, un felino irritato dai bipedi, alla continua ricerca di nuovi modi per infastidire il suo vicino e sempre preso a rimuginare su quanto il mondo possa essere un posto migliore se a governare fossero i gatti.
Se non fosse per il pollice opponibile, Gatto avrebbe il mondo in pugno e gli umani sarebbero già stati messi al loro posto, alla stregua di inservienti.
Tutti gli amanti dei gatti sanno quanto tutto questo sia vero, noi bipedi siamo in continua lotta per la sopravvivenza da quando i felini hanno invaso le nostre case.
Sono sicura che spesso vi capita di guardare il vostro gatto e pensare “mi tollera a fatica!” o girare per il supermercato pensando “forse se compro la pappa giusta mi sarà riconoscente…”

Gatto registra ogni sua avventura degna di nota su un diario che cerca di tenere nascosto ai suoi padroni (o come dico io, i suoi dipendenti), dalle avventure con i gatti di strada ai vicini fastidiosi, passando per stupendi aneddoti domestici e per finire ricordi del suo passato. Si perché Gatto ha un triste passato e i suoi ricordi lasciano noi lettori amareggiati e tristi.
Ma la tristezza non dura con Gatto, molto presto ci fa sorridere di nuovo con qualche considerazione decisamente poco gentile sui cani, o sugli stupidi umani.

diario di un cinico gatto

Non posso dire di più perché “Diario di un cinico gatto” deve essere scoperto, divorato e apprezzato senza troppe anticipazioni.
Se amate i gatti, se amate i felini, se state pensando che forse ci vorrebbe una svolta in questo mondo e credete che i gatti possano governare meglio di noi, questo libro fa per voi.
Se invece pensate che il cane sia l’animale domestico più intelligente, vi consiglio di leggerlo per ravvedervi. Vi si aprirà un mondo, nessun gatto vi sembrerà uguale a prima dopo questa lettura.

E ora scusate ma i miei gatti mi stanno fissando in modo alquanto stizzito e, se penso a quello che dice Gatto, è meglio che mi metta in riga e vada a servirli.

A presto con l’estratto del secondo volume della storia, “Il viaggio di un cinico gatto”.

Mirtilla Malcontenta

Le fiamme di Pompei sostiene il Made in Italy ed è disponibile per recensioni, anteprime, pubblicazione estratti e interviste

Se volete acquistare il libro, cliccate qui:




Voto: VotazioneVotazioneVotazioneVotazione Recensione di: Mirtilla Malcontenta
Scheda libro

Titolo: Diario di un cinico gatto
Autore: Daniele Palmieri
Data pubblicazione*: 01/03/2015
Editore: Youcanprint
Lingua: Italiano
Genere: Romanzo
ISBN: 8891181277
Autore recensione: Mirtilla Malcontenta
Valutazione recensione: 4
*Se giorno e mese risultano 01/01 la data esatta può essere non pervenuta.

2 responses to ““Diario di un cinico gatto” di Daniele Palmieri – Recensione

  1. patricia moll

    Gatti… gli animali più liberi che esistano!!!
    Animali meravigliosi forti astuti opportunisti ma affettuosi , furbi ma intelligenti.
    Brava! Mi hai interessato, da gattofila….. 🙂

    Reply
  2. flora

    Gatti o marziani?
    quelli rossi poi, ti guardano, ti studiano e poi fanno di te ciò che vogliono!
    ne conosco qualcuno……

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *