Tempo di Libri “Jane Austen la mia eroina” Incontro con Sophie Kinsella

Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Tempo di Libri “Jane Austen la mia eroina” Incontro con Sophie Kinsella

Domenica, ultimo giorno di fiera per Tempo di Libri, siamo stati tra i fortunati che hanno potuto assistere all’incontro con la regina dei romanzi, Sophie Kinsella.
Una fila lunghissima, una quantità infinita di persone in coda per incontrarla e innumerevoli copie dei suoi libri pronti per essere autografati. Ecco quello che si poteva vedere dalla sala mentre l’autrice si preparava a ricevere i suoi fan. E’ stato un incontro di successo, le persone sono state davvero felici di poterla ascoltare e lei era davvero molto carina ed emozionata.

La mia vita non proprio perfetta.          Sophie Kinsella


“Jane Austen la mia eroina”, il nome dell’incontro già dice molto sull’autrice. Lei, affermata scrittrice di romanzi, due lauree e cinque figli, è una grandissima fan di Jane Austen.

Sophie Kinsella ha riportato nelle sue opere molti aspetti narrativi della sua musa e sopratutto in questo libro è facile trovare molti punti in comune con le eroine di Orgoglio e Pregiudizio.

Andiamo però per gradi e partiamo dal suo nuovo libro “La mia vita non proprio perfetta” in cui la giovane Katie si ritrova ad affrontare le difficoltà della vita nelle metropoli. Un lavoro poco gratificante, un capo burbero, pochissimi soldi e un affitto costosissimo, ecco com’è vivere a Londra per una giovane donna alla ricerca del successo.
Katie è, al contrario della più famosa Beckie, una ragazza con giudizio e parecchio sfortunata; deve lottare per soddisfare ogni piccoli desiderio e spesso deve centellinare le spese pur di riuscire a mangiare e pagare le bollette.

Questo però lo sa solo lei, gli altri non sono a conoscenza delle sue difficoltà perché lei mente quotidianamente publicando sui social foto di costosissimi muffin degustati in centro città e pasti consumati nelle migliori Bakery di Londra.

Arriva però un momento in cui bisogna gettare la maschera e affrontare la realtà. Per quanto sia dura, lei non ha soldi ed è in grande difficoltà, la sua vita non è perfetta e ha mentito per molto tempo. Paradossalmente è proprio questo che la riavvicina ai veri affetti e le fa trovare la forza per rialzarsi e riuscire nella sua grande impresa: sopravvivere e avere successo.

L’autrice, affezionata a Beckie e Katie, non esclude la possibilità di farle incontrare un giorno, sono così diverse che sarebbe davvero divertente immaginare una scena condivisa da entrambe le ragazze.

Lo scopo del libro però non è solo far divertire, l’autrice infatti ci ha raccontato di quanto ritenga i social network fondamentali ma anche pericolosi. Sono uno strumento importantissimo per i giovani, ma è pericoloso nascondersi dietro una maschera, dietro dei filtri. Bisognerebbe imparare ad usarli per scoprirsi, per mettere a nudo noi stessi e farci conoscere per come siamo realmente. Altrimenti, lo scopo dei social è praticamente nullo.

Sophie Kinsella è stata molto carina e disponibile, ha raccontato molto di sé e dei suoi libri e si è messa a disposizione di un pubblico dalle grandi aspettative.

Siamo riusciti a regalarle uno dei nostri segnalibri e il suo “Oh wow!” quando li ha visti ci ha regalato un grande momento di soddisfazione!


Non mancheremo di leggere e recensire il suo nuovo libro, intanto ecco qui il link della pagina autore di Amazon dove potete trovare tutti i suoi libri.

A presto!

Mirtilla Malcontenta

Le fiamme di Pompei

Condividi questa pagina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recensioni e molto di più