Recensione anime “Akatsuki No Yona” da un manga di Mizuho Kusanagi

Recensione Anime “Akatsuki No Yona” da un manga di Mizuho Kusanagi

Trama:

Yona è l’unica figlia dell’imperatore di Kouka, amata e viziata, è abituata ad ogni sorta di lusso. La principessa ha una cotta per suo aitante cugino Soo-won, e le sue giornate trascorrono serene, disturbate solo dalla sua insolente guardia del corpo, il generale Son Hak.

La ragazza decide di rivelare i suoi sentimenti al padre, per far benedire una possibile unione col cugino, ma il genitore si oppone fermamente. Ciononostante, dopo aver ricevuto un meraviglioso regalo per il suo sedicesimo compleanno dall’amato, la principessa vuole tentare nuovamente di convincere il genitore. Ma prima che possa conferire col padre, il perfetto mondo della protagonista viene distrutto per sempre: Soo-won assassina il monarca, per succedergli al trono, così Yona, con il cuore spezzato, è costretta a fuggire con Son Hak e darsi alla macchia.

Soo-won ha dalla sua l’esercito, quindi l’unica forza in grado di opporglisi sono i leggendari dragoni protettori. Per riconquistare il trono usurpato Yona affronterà un’avventura al fine di trovarli, riunirli e convincerli a seguirla. Non sarà facile poiché i dragoni sono nascosti e sparsi per il mondo, e non sempre intenzionati a diventare i paladini di questa principessa dai capelli “color dell’alba”…

Recensione Akatsuki No Yona


Recensione:

Da un manga di Mizuho Kusanagi Yona è una giovane e spensierata principessa unica erede del regno di Kouka che vive nel castello di Hiryuu. Cresciuta dal padre in una campana di vetro, la sua unica preoccupazione è rappresentata dai suoi insoliti capelli rossi.

Tuttavia, nel giorno del suo sedicesimo compleanno, il suo mondo dorato viene sconvolto da un tragico e inaspettato evento: l’omicidio del re suo padre per mano del cugino Soo-won, del quale Yona è innamorata sin dall’infanzia. Scossa dall’accaduto, la principessa viene fortunatamente tratta i salvo dalla guardia del corpo Son Hak, che la conduce nel villaggio della sua tribù, la tribù del vento. Da lì i due inizieranno dapprima un viaggio alla ricerca di una antica profezia e successivamente partiranno alla ricerca dei quattro Guerrieri Dragoni, reincarnazioni dei draghi della leggenda, che doneranno a Yona il potere necessario alla riconquista del trono che le spetta.

Akatsuki No Yona

Durante la sua ricerca Yona imparerà a conoscere i valori della forza interiore e del coraggioe il dolore del sacrificare una vita per salvare la propria, giungendo alla formazione di una rinnovata se stessa passata da principessa viziata e vezzeggiata a principessa guerriera. Uno shojo anime avvincente e divertente, romantico ma mai smielato e banale, dalla trama piacevole e ben delineata, capace di catturare l’attenzione del lettore dal primo all’ultimo episodio. Affascinante l’ambientazione imperiale giapponese e gradevolissimo il tocco fantasy.

Delicato e coinvolgente, consigliato non solo agli amanti dello shojo manda, ma di anime in generale.

Regia a cura di Kazuhiro Yoneda; Composizione serie a cura di Shin’ichi Inotsume; Musiche a cura di Ryo Kunihiko; Studio Pierrot.

Trama: 5
Disegni: 5
Colonne sonore: 5

Le fiamme di Pompei




Voto: VotazioneVotazioneVotazioneVotazioneVotazione Recensione di: Misa Chan
Scheda libro

Titolo: Akatsuki No Yona
Autore: Mizuho Kusanagi
Data pubblicazione*: 01/01/2017
Editore: Crunchyroll
Lingua: Giapponese/subita
Genere: Anime
ISBN:
Autore recensione: Misa Chan
Valutazione recensione: 5
*Se giorno e mese risultano 01/01 la data esatta può essere non pervenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *