I mondi di Tolkien

Recensione “I mondi di J.R.R. Tolkien” Edito Mondadori Oscar Draghi

Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Recensione “I mondi di J.R.R. Tolkien” Edito Mondadori Oscar Draghi

 

Trama

La Contea di Hobbiville, l’elfica Gran Burrone, il Fosso di Helm scenario della tremenda battaglia dell’Anello… i luoghi immaginati da Tolkien come scenario delle storie narrate nel “Signore degli Anelli” derivano spesso da posti reali visitati dall’autore, o nei quali Tolkien ha vissuto. Brughiere, foreste, montagne, fiumi, laghi, caverne… questo libro ci svela i “modelli originali” della Terra di Mezzo, facendo luce su alcune questioni dibattute e sgombrando il campo da leggende e falsi miti nati attorno alla narrativa del più grande creatore di mondi.

Recensione "I mondi di J.R.R. Tolkien" Edito Mondadori Oscar Draghi

Recensione “I mondi di J.R.R. Tolkien” Edito Mondadori Oscar Draghi


 

Recensione “I mondi di J.R.R. Tolkien” Edito Mondadori Oscar Draghi

La collana Oscar Draghi è senza dubbio una delle migliori idee che Mondadori abbia mai avuto. Non solo riporta in libreria opere classiche meravigliose che tutti dovrebbero leggere, ma le ripropone anche con un design accattivante e delle immagini meravigliose.
Se non avete mai sentito parlare delle opere Oscar Draghi dovete assolutamente aggiornarvi dando uno sguardo qui e qui.

In questa recensione parliamo di un nuovo arrivato in famiglia: I mondi di J.R.R. Tolkien scritto da John Garth, pluripremiato scrittore, giornalista e consulente editoriale. Garth è senza dubbio uno dei maggiori esperti al mondo dalla vita e delle opere di Tolkien. Già autore del bestseller Tolkien e la grande guerra, qui si cimenta in qualcosa di ancora più difficile, i luoghi che hanno influenzato la vita e le opere di uno dei più grandi autori fantasy di sempre.

Il signore degli anelli - Le due torri

Il signore degli anelli – Le due torri

Per un libro fantasy, di pari importanza alla trama c’è l’ambientazione. Nulla regge il confronto con un libro di fantasia ambientato in mondi ben studiati. Il lettore fantasy è un lettore esigente, ha un ottima memoria e una grande immaginazione. Non si può lasciare nulla al caso e ogni minimo errore viene notato e rischia di rovinare l’intera lettura. Personalmente, quando mi inoltro in una nuova storia fantasy, il mio cervello inizia a girare a mille cercando di immaginare dove l’autore mi porterà: sarà un ambiente ostile? le avventure si svolgeranno in montagna, in mare, in boschi incantati?

 

E’ molto importante che l’autore non solo rispetti i canoni del genere fantasy al quale si avvicina, ma che lo mantenga coerente lungo il corso dell’intera storia.

 

Tolkien in questo era un maestro. Possiamo affermare con certezza che le sue opere non solo sono coerenti nell’ambientazione, ma anche che hanno fatto da apripista alle grandi saghe che sono arrivate negli anni successivi.

In I mondi di J.R.R. Tolkien Garth ci prende per mano e ci accompagna lungo la vita di Tolkien che, casualità o destino, è segnata da molti spostamenti e da paesaggi indimenticabili. E’ come se il fato, o una serie di strani eventi, avesse voluto che il grande maestro del fantasy venisse influenzato fin dalla sua tenera età da luoghi e avvenimenti che avrebbero segnato il suo futuro.

I mondi di Tolkien

I mondi di Tolkien

 

Iniziamo il viaggio nel libro con una visita nelle Midlands occidentali, ovvero la zona occidentale dell’Inghilterra centrale, dove imparò a esaminare e vivere i paesaggi con consapevolezza. I luoghi visitati da bambino sono i ricordi più forti che permangono nella sua mente sino all’età adulta e che hanno influenzato maggiormente le sue opere.
Passiamo poi a Sarhole, che rappresenta nei suoi mondi fantastici la Contea, dove Tolkien visse per quattro anni assaporando la tranquillità e sprigionando la sua più grande immaginazione, il luogo dove gli Hobbit avrebbero vissuto nelle sue future avventure.

Tolkien una volta disse di aver preso spunto
«per gli hobbit dai bambini e dalla gente del villaggio»

I mondi di J. R. R. Tolkien, un viaggio imperdibile per gli amanti del fantasy!

Andando avanti scopriamo una serie di posti incantevoli che hanno aiutato a creare alcuni luoghi meravigliosi dei suoi libri e comprendiamo meglio come l’influenza di alcuni popoli abbia favorito la  produzione de Il Silmarillon.
Ci sono alcuni capitoli molto importanti che ripercorrono non solo dove ha vissuto ma cosa lo ha influenzato caratterialmente spingendolo a far assimilare ai personaggi le caratteristiche e le tradizioni di popoli realmente esistenti.

Il Silmarillon

Il Silmarillon

I mondi di J. R. R. Tolkien è un libro che non può mancare nelle librerie degli appassionati del genere fantasy, ripercorre la vita dell’autore attraverso i luoghi che ha visitato e i suoi intimi ricordi.
Abbiamo la possibilità di vivere un piccolo stralcio della sua esistenza immergendoci in paesaggi reali che lo hanno portato a creare mondi fantastici ineguagliabili.
Immagini meravigliose, spiegazioni semplici e chiare e una suddivisione delle aree tematiche esemplare rendono questo volume Oscar Draghi imperdibile.

Assolutamente consigliato!

Ringrazio Mondadori per la copia in anteprima!

Tempo di lettura del libro: un fine settimana piovoso

Lo avete letto? Contate di farlo presto? Scrivete nei commenti che cosa ne pensate!

Cosa ho ascoltato durante la lettura:

 

Potete trovare il libro qui:

 

Recensione “I mondi di J.R.R. Tolkien” Edito Mondadori Oscar Draghi
Condividi questa pagina!



Voto: VotazioneVotazioneVotazioneVotazioneVotazione Recensione di: Laura Cammareri
Scheda libro

Titolo: I mondi di J. R. R. Tolkien
Autore: John Garth
Data pubblicazione*: 16/02/2021
Editore: Mondadori Oscar Draghi
Lingua: Italiano
Genere: Critica letteraria
ISBN: 8804730226
Autore recensione: Laura Cammareri
Valutazione recensione: 5
*Se giorno e mese risultano 01/01 la data esatta può essere non pervenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recensioni e molto di più